Aguaplano-Officina del libro su Facebook Aguaplano-Officina del libro su Twitter Aguaplano-Officina del libro su Instagram Aguaplano-Officina del libro su Medium
   € 12,00
 Condividi 
Gabriele Gabrielli, Alberto Pirni, Roberto Presilla

Mutamenti

Corpo, lavoro, rete


a cura di Luca Alici e Luigi Cimmino

2019

Isbn: 9788885803312
Pagine: 92



All’inizio del secolo scorso, parlando della vita nelle grandi metropoli, Georg Simmel aveva già saputo scorgere una certa «intensificazione della vita nervosa [...] prodotta dal rapido e ininterrotto avvicendarsi di impressioni esteriori e interiori». Oggi, tra ibridazioni uomo-macchina, moltiplicazione dell’identità digitale e aspirazioni postumane, si può sostenere che l’individuo vive l’epoca dell’accelerazione perpetua, della simultaneità e della fine dello spazio-tempo. Ed è quindi inevitabile domandarsi: l’essere umano è strutturalmente in grado di abbandonare una configurazione analogica dell’esistenza per divenire esso stesso digitale? Ed è pronto a farlo? Stiamo forse rischiando di essere le informazioni che riceviamo, di dissolverci in esse? Intorno a tali interrogativi nasce questo piccolo volume, che raccoglie le riflessioni di tre studiosi su altrettante dimensioni della rivoluzione digitale e del potenziamento tecnologico: il corpo, il lavoro, la rete. Tre orizzonti nei quali l’uomo e il suo sapere paiono disgregarsi e svanire e che, invece, rappresentano le principali sfide per la filosofia, la scienza e l’etica di domani.
Alberto Pirni è ricercatore in Filosofia Morale alla Scuola Superiore Sant’Anna (Pisa), dove insegna Etica pubblica ed Ethics of Security. Si è occupato di filosofia classica tedesca, teorie etiche e politiche contemporanee, etica e robotica, filosofie del multiculturalismo e dell’interculturalità. Tra le sue pubblicazioni: Filosofia pratica e sfera pubblica (Diabasis 2005; Menzione Speciale Premio “S. Valitutti” 2006); La via identitaria al multiculturalismo (con Barbara Henry, Rubbettino 2006; Premio “G. Matteotti”); La sfida della convivenza. Per un’etica interculturale(Ets, 2018). Ha curato, insieme a Barbara Henry, Der asymmetrische Westen. Zur Pragmatik der Koexistenz pluralistischer Gesellschaften(Transcript, 2012) e Questioning Universalism. Western and New Confucian Conceptions (insieme a Anna Loretoni e Jérôme Pauchard; Ets, 2013). Gabriele Gabrielli, executive coach e consulente, insegna Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane alla LUISS Guido Carli, mentre alla LUISS Business School è Professor of Practice in People Management, HRM and Organisation, Organisational Behaviour e direttore del Master in Gestione Risorse Umane e Organizzazione. Ideatore e presidente della Fondazione Lavoroperlapersona, organizzazione no profit con personalità giuridica attiva a Offida (AP) e Roma nei campi della ricerca, educazione e promozione culturale, è anche Consigliere delegato di People Management Lab S.r.l. Società Benefit. Ha una lunga carriera manageriale alle spalle, maturata in imprese e grandi gruppi pubblici e privati, come Direttore Risorse Umane e Organizzazione. Giornalista-pubblicista e autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative è condirettore dalla collana editoriale Persone, Reti, Lavori e direttore della collana Lavoroperlapersona della Franco Angeli.

Roberto Presilla è docente di Filosofia Contemporanea alla Pontificia Università Gregoriana e coordina il Centro Universitario Cattolico. Si occupa di questioni legate al significato e alla formazione della mentalità. È membro della redazione della rivista dell’Università Cattolica Vita e Pensiero e del quindicinale di approfondimento online VP Plus. Ha pubblicato con Ets, nel 2012, Significato e conoscenza. Un percorso di filosofia analitica e, insieme a Fabrizio Fantoni, per i tipi di San Paolo, Si può ancora educare? Una sfida che investe famiglia e scuola (2015). Ha curato, insieme a Sergio Rondinara, Scienze fisiche e matematiche. Istanze epistemologiche e ontologiche (Città Nuova, 2010).

©Copyright 2009-2019 - Tutti i diritti riservati