Aguaplano-Officina del libro su Facebook Aguaplano-Officina del libro su Twitter Aguaplano-Officina del libro su Instagram Aguaplano-Officina del libro su Medium
   € 18,00
 Condividi 
Stefano Trucco

Il gran bazar del XX secolo


2019

Blaupause, 2

Artwork: Daniele Franzella

Isbn: 9788885803305
Pagine: 272



«Sta per terminare la più grande guerra di tutti i tempi. Scopri che la realtà è un’illusione e l'intera storia umana un breve intervallo di futili e meschini orrori fra eoni di orrori giganteschi e abissali. Scopri che da bambino ti è stato fatto qualcosa di inconcepibilmente malvagio, qualcosa che ti ha reso uno storpio nel corpo come nella mente per il resto della vita. Scopri che nelle pieghe della tua città, che credevi di conoscere così bene, si trovano frammenti di realtà inesplicabili. Sai che sei in pericolo e che devi agire, senza sapere né come né perché. 
E cosa agita il tuo cuore in questo momento? 
Vergognati»


Anselmo Magnasco, giornalista, poeta e flâneur nella "zona grigia" della Genova repubblichina, attende senza particolari entusiasmi l'arrivo degli Alleati e la fine della guerra. Nel frattempo coltiva i suoi interessi: il cinema muto, i bordelli altolocati, le fantasie di suicidio e la sua stessa "intensa mediocrità". Fino a quando, fra i carruggi e gli orridi palazzoni fascio-modernisti, si materializza una folla di personaggi allucinati e bizzarri che lo trascina senza scampo in un incubo metafisico e lovecraftiano. Originale punto di fusione fra romanzo storico, weird, pulp fiction e horror psicologico, Il gran bazar del XX secolo è un vertiginoso gioco di specchi, nel quale la ricerca d'archivio e la fedeltà alla cronaca dell'epoca deflagrano in un caleidoscopio di citazioni pop e cortocircuiti temporali.
Stefano Trucco è nato nel 1962 a Genova, dove vive e lavora come bibliotecario - il lavoro che ha sempre sognato. Finora ha pubblicato il romanzo Fight Night (2014, Bompiani-RaiEri) e il racconto 1958. Una storia dell'Età Atomica (2018, Intermezzi).
©Copyright 2009-2019 - Tutti i diritti riservati