Aguaplano-Officina del libro su Facebook Aguaplano-Officina del libro su Twitter Aguaplano-Officina del libro su Instagram Aguaplano-Officina del libro su Medium
   € 25,00
 Condividi 
Marcello Barbanera (a cura di)

Figure del corpo nel mondo antico


2018

Saggi di
Marcello Barbanera, Maria Teresa Curcio, Stefano de Martino, Tiziana Di Fabio, Chiara Di Macco, Arianna Fermani, Luca Girella, Roberta Ioli, Donatella Izzo, Luca Macale, Antonella Merletto, Francis Prost.

Isbn: 9788885803084
Pagine: 312



Nel mondo antico le immagini e la realtà che esse raffigurano sono il risultato di una costruzione. In Grecia i luoghi dell’aggregazione sociale – santuari, spazi politici, necropoli, abitazioni private – costituiscono il palcoscenico su cui si muove una “comunità concettuale” di esseri viventi ed effigi di dèi, eroi, antenati. Queste non sono meno concrete degli individui in carne e ossa e formano una comunità in cui mito e memoria saldano passato e presente, attualizzando significati, ruoli, destini. Così, fra idealizzazione e realismo, la rappresentazione del corpo e della nudità – nell’arte, nei simposi, nell’atletica o nell’educazione militare – istituisce una metafora in cui parte della società antica mette in scena se stessa e afferma il proprio rango di classe elitaria. 
Accanto e oltre la costruzione del corpo come “discorso” sociale idealizzato, i dodici saggi contenuti in questo volume intendono ampliare lo sguardo a Oriente, verso la Persia o il remoto passato protostorico dell’Anatolia ittita e della Creta palaziale. Oppure rivolgere l’attenzione a forme problematiche della rappresentazione virile, come nel teatro o nell’etica aristotelica ed epicurea. O ancora facendo emergere figure del corpo vulnerabile, precario, osceno o deforme nei repertori destinati a connotare negativamente le classi inferiori, le donne e gli stranieri. In generale, gli archeologi e storici dell’antichità qui riuniti ci offrono l’occasione di approfondire e aggiornare la riflessione su un tema che continua a esercitare fascino attraverso i secoli e a mostrare la complessità di mondi culturali straordinariamente articolati e fecondi. 

Marcello Barbanera è professore di Archeologia e Storia dell’arte greca e romana alla Sapienza Università di Roma. Si è specializzato a Parigi (La Sorbonne 1997) ed è stato borsista a Berlino (Freie Universität 1998 e 2005) e a New York (Columbia University 1999). Visiting professor a Parigi (École des Hautes Études 1997; Institut d’Histoire de l’Art 2006), è stato nel 2008 «Kress Lecturer» presso l’Archaeological Institute of America, di cui è membro. È socio corrispondente dell’Istituto Archeologico Germanico ed è stato Fellow del Morphomata Kolleg di Colonia.
©Copyright 2009-2018 - Tutti i diritti riservati